22 febbraio 2014

NUOVI POLITICI. La democrazia dei Cittadini Qualunque, senza arte né parte.

Disegno di MalovGente Qualunque al Governo? Oddio, la Casalinga Tipo e il Ragioniere Medio al Potere? Non sarà il Qualunquismo del Populismo?

Calma, non avevamo già i Cittadini Comuni, ma molto comuni, in Parlamento? Normale che ora per un minimo di coerenza e omogeneità quegli inutili impiegati delle frasi fatte, dell’ignoranza saputella e “ironica” da bar e delle leggende metropolitane (le “scie chimiche”, vi ricordate?) siano coordinati da altri Cittadini Casuali al Potere.

Potere? Suvvia, mi meraviglio di voi, significa solo che il Potere vero ce l'ha un altro, semplice. Come non averci pensato prima! la legge della Nuova Democrazia fasulla è: “Più sono e meno sanno quelli che non sanno, più sa e può quell’Uno che sa e li manovra”. E’ la Democrazia, bellezza! Ma è anche la psicologia elementare. E peggio per i tanti che non la conoscono.

Non liberale, però, ma quella populista e di massa fatta a furor di Impiegato Medio Tifoso nei volgari talk-show in televisione, oppure più snobisticamente via Twitter e su Facebook. Che significa senza Idee, Cultura, Competenze, Merito, Responsabilità individuali, senza l’unica Passione accettabile e anzi doverosa, quella di chi ha Grandi Riferimenti ideali, culturali e morali.

Che vuol dire anche che si parla, si parla, ma non si legge, non si è mai letto, quindi non si pensa e non si fa. Anzi, quando si fa, sono dolori! E allora è meglio Non Fare! E perciò le inevitabili colpe delle sciocchezze compiute non sono mai proprie, ma sempre degli Altri. E tutti sono banali e scoloriti funzionari senza funzioni (ben pagati, però) della Pseudo-Politica: niente idee proprie, com’è appunto tipico degli impiegati, tutti Automi Etero-Diretti. Da chi? Si sa e non si sa.

Bilancia Uomo-Donna (vignetta colori)Se non è il Pensa-Tutto-Lui  Casaleggio o il Dice-Tutto-Lui Grillo, sarà senz'altro il Fa-Tutto-Lui Renzie. Ovvio. Perché in un Governo-Luce o in un Governo- Ombra quello che conta è la Somma delle intelligenze-incompetenze. Del resto, avevamo già visto che tanti Zeri in Parlamento più uno solo che vale Quattro fuori del Parlamento, ed ecco che la somma era Quattro, ricordate? Insufficiente, ma geniale, no? Lo stesso per il nuovo Governo: tanti cittadini ignoti e tante donne.

Le donne al Potere? Ma mi faccia il favore! Non è maschilismo dalla coda di paglia trascinarle per forza, se del Potere non sanno proprio che farsene? Non basta prenderne un po’ a caso. Anzi è ridicolo. Dopo le Vergini del Ciclostile (Preistoria), le Missionarie della Fotocopia (Storia), ecco per fortuna le più concrete giovani Casalinghe Milf * del Comunicato Stampa (Attualità). Pari Opportunità? E’ solo un errore d’italiano, al posto di Uguali Possibilità: tipico di chi ha scarse letture e si rifugia per compensazione nell’inglese orecchiato.  E infatti si vede come sono state pensate e regolate. Ma almeno la famosa Sbrigatività (passata per Efficienza) e la Testardaggine(venduta per Determinazione)! Ah, be’, queste “virtù” ce l’ha ogni mediocre.

Ma le Nuove Cittadine Politiche, in più, sono tutte Belle-Fedeli-Adoranti di fronte al famigerato Maschio Leader Bello-Sognante-Affabulante, come solo le donne sanno fare, riconosciamoglielo. Furbissimi ‘sti maschi “femministi”. Il primo era stato Pannella. Anzi, lui in fatto di Uomini Qualunque senza Arte né Parte, purché fedelissimi, e Donne Adoranti posti al Comando, è stato un precursore. Solo che tutto è relativo: i suoi Nominati valevano dieci volte di più degli attuali Nominati di Destra e Sinistra.

Insomma, finalmente Tutto è chiaro, abbiamo capito: Renzie-in-Cravatta si prepara come tutti a fare Tutto Lui. Sai che novità. Non ci resta che sperare... (anzi, no, ché la speranza è un vergognoso vizio cattolico).

* NOTA. Nello slang goliardico e maschilista dei colleges americani MILF è acronimo di donna matura ma molto attraente con cui tutti i maschi vorrebbero provarci (“Mother I’d Like to Fuck”).

IMMAGINE. 1. Disegno di Malov. 2. La bilancia uomo-donna a cui sembrano ispirarsi certi politici e certe leggi falsamente democratiche.

JAZZ. Un bel documentario televisivo della CBS uscito nel 1957 che intendeva far conoscere ai profani “i suoni del jazz” (The Sound of Jazz), con i vari stili ovviamente riprodotti dal vivo a quel tempo.

Etichette: , ,

2 Comments:

Anonymous Mary the Red said...

Geniale, caro. Come se non conoscessi il famigerato Nico-2... Besos.

22 febbraio 2014 12:24  
Anonymous Dr. Jannini jr said...

Ahahahah! Ne hai per varie categorie di italici, vedo! Sono d'accordo dalla prima all'ultima riga. Solo un appunto: Renzi non mi sembra PIU'colpevole, ma - scusa - MENO colpevole di altri politici in questi vizi da te sottolineati.

22 febbraio 2014 16:26  

Posta un commento

<< Home